Locandina sito

Sara Muzi, tifosa della Sampdoria, protagonista al reality “Il contadino cerca moglie 2021”.

Spread the love

Oggi nella mia nuova rubrica, “L’Intervista di”, non posso fare a meno di debuttare e conoscere un personaggio, di cui sentiremo parlare molto, e di cui sono fiero ed orgoglioso e con molta soddisfazione, di poter avere qui come mia ospite. Lei si chiama Sara Muzi, ha partecipato all’ultima edizione del programma televisivo Il contadino cerca moglie 2021, andato in onda sul canale Nove Disocvery+, condotto da Gabriele Corsi. Seguitissima sui social e appassionata di moda, ama viaggiare, lei ligure con base a Milano.
 
Ciao Sara come prima cosa voglio chiederti come stai e com’è andata questa esperienza al reality “Il Contadino cerca moglie”?

 
Ciao Salvatore, grazie per avermi come ospitata. Sto bene grazie, vivo un momento bello della mia vita, alla scoperta del middle east e di nuove frontiere. In attesa non smetto di guardare all’Italia e coltivare i miei progetti in ambito della moda e spettacolo. Porto con me nel cuore sempre Il Contadino cerca moglie, dove ho conosciuto persone favolose, con alcune di loro, ho stretto un rapporto d’amicizia vero, vivendo da vicino un mondo, dove non tutti hanno l’opportunità di sperimentare, con la possibilità di farmi conoscere al pubblico senza stereotipi o giudizi basati sull’apparenza. È stato bello partecipare, perché non ho fatto altro di essere me stessa, nella mia esuberanza, spontaneità e drammaticità. Ho dimostrato, in un mondo sempre più legato alle immagini, dove tutti hanno fretta di giudicare quello che vedono, che se dessimo alle persone un po’ più di tempo per rivelarsi, e a nostra volta, concedessimo loro del tempo per approfondire la conoscenza di noi, scopriremmo dei mondi, talvolta completamente diversi da quello che ci saremmo aspettati. Certo, non si può piacere a tutti; ma quanto meno bisogna dare a tutti la possibilità di farsi conoscere senza pregiudizi. Con questa trasmissione io, il messaggio l’ho lanciato forte e chiaro e sono soddisfatta del riscontro positivo ottenuto.
 

Sara è difficile conquistare e farsi apprezzare come moglie da un contadino?

È difficile se il contadino ha già deciso, basandosi prettamente sull’estetica e su sensazioni a pelle, quale sia la sua scelta, a prescindere dal tempo che trascorrerà con le altre ragazze. E qui ritorno, in parte, al discorso di prima: apprezzare le persone richiede tempo. La mia difficoltà con gli uomini che incontro oggi è questa, il tempo non me lo concedono. Si fermano all’apparenza, giudicano per cliché e non hanno assolutamente voglia d’indagare in profondo la mia personalità. Esattamente come ha fatto Martino. Penso che sappiano più cose di me sua mamma e sua nipote che lui. Perché? Perché non gli interessava saperle sin da subito.

Ti piace vivere in campagna??

Abbastanza perché mi piace il contatto con la natura, mi ricarica l’anima. Tuttavia preferisco il mare, per me cura e culla.

Sara una domanda personale, sei single?

Sì. Ho preso coraggio nel volere approcciare un uomo con uno stile di vita opposto al mio, un contadino appunto, per vedere se magari cambiando tipologia riuscissi a trovare l’amore. Tuttavia ho fatto un flop anche quella volta, però sono fiera di essere uscita dal guscio ed essermi messa in gioco mostrandomi per quella che sono, senza filtri! E in ogni senso visto quanto mi piace postare su Instagram, ahahahah!

Invece cosa deve fare un uomo per conquistarti?

Deve avere la battuta, il sorriso ed il passaporto pronto. Amare l’avventura, il mare e lo sport. Non essere superficiale, perché dopo un po’ il giullare senza contenuti stucca. Mi piacerebbe intraprendente e non attendista, non pressappochista. Evito chi vive di espedienti, arrancando a fine mese, perché non credo in “2 cuori e una capanna”. Cerco chi mi sorprenda, sempre e in crescendo: sono una che si annoia in fretta!

 

Sara oltre al reality Il contadino cerca moglie, hai partecipato ad altri reality, qual è fra questi quello in cui ti sei sentita realizzata come donna e concorrente?

Più che reality direi programmi tv come Veline, Alta infedeltà e, tra gli ultimi, Riccanza Deluxe. Quest’ultimo programma di mtv è stato divertentissimo perché ero sul set con alcuni dei miei migliori amici, in particolare Jean Luc Meledje, che è mio fratello acquisito praticamente, quindi le battute correvano a raffica, esilaranti, davanti e dietro la telecamera. Continuo tuttavia a sentirmi più realizzata con il Contadino cerca moglie 2021.
 
A quale reality ti piacerebbe partecipare?
 
Amo l’adrenalina quindi ho bisogno di qualcosa di estremo: isola dei famosi o Pechino Express.
 
Invece se ti proponessero di condurre un reality televisivo, quale proposta ti piacerebbe ricevere?
 
Mi piacerebbe proprio il Contadino cerca moglie poiché l’ho fatto, adoro la produzione che mi ha coccolato senza mai farmi venire meno il supporto, so che è reale perché l’ho vissuto e ne conosco le dinamiche.
 
Ti vedi più come personaggio televisivo o come attrice?
 
Nella vita non mi sono mai fermata ad un ruolo, un lavoro, una definizione. Sono talmente eclettica che mi piace fare e provare di tutto, perché ogni esperienza mi arricchisce, dunque entrambi, specificando che la televisione mi diverte di più.
 
Quale film ti piacciono e quale ruolo ti piacerebbe interpretare?

Mi piacciono i film storici e i thriller, o le serie adolescenziali come Gossip Girl o Elite. Il liceo è stato un periodo stupendo della mia vita, più che l’università, mi sono sentita davvero la protagonista di uno di quei telefilm quindi avere un ruolo di quel tipo e reinterpretare quelle sensazioni, mi piacerebbe molto.

Sara domani ricevi una telefonata dal regista Paolo Sorrentino e ti chiede un ruolo in suo film come quello interpretato da Madalina Ghenea, in Youth-Giovinezza, accetteresti?

Sì, come diceva mio padre: ” paura mai”. Non ho tabù e l’opportunità di lavorare con un cast ed un regista di quel calibro sarebbe imperdibile.

Sara se ti dico Lei, Lui e una notte brava a Milano cosa mi rispondi?

Io, servizio di GQ, con me protagonista insieme, nuovamente, al mio partner in crimes Jean Luc Meledje, realizzato da Davide Ambroggio con lo styling di Iolanda Tarantino: una vera bomba di sensualità tra fashion e hot!

Sara sei una sportiva?

Sì abbastanza, mi piace ballare e gli sport acquatici come surf, paddle e kayak.

Tu sei di Genova ma abiti a Milano, e ti piace il calcio, tifosa del Genoa o della Sampdoria?
Sampdoria.

Ti piacerebbe condurre un programma sportivo?

Non vedo perché non dovrebbe piacermi, il calcio è un sport molto coinvolgente e parte della nostra cultura, quindi mi renderebbe molto orgogliosa.
Ti senti più Diletta Leotta, Paola Ferrari o Ilaria D’Amico?

Non ammiro particolarmente nessuna delle tre. Forse più una Michela Perserico. Adoravo Simona Ventura a Quelli che il calcio, autoironica e coinvolgente, fantastica!

Chi delle tre butteresti dalla torre?

Diletta Leotta per lo sproloquio senza senso fatto a quel Sanremo, ipocrita, per nulla rappresentativo delle donne, prolisso.

Se dico Lady Gaga??

Chi? La mia sosia? Ahah, al festival del cinema di Venezia 2018 la gente per strada mi fermava chiedendomi le foto pensando fossi lei poiché anch’io indossavo un abito rosa.
 
Sara, ti ringrazio ancora e ti aspetto ad una prossima intervista, dove potrai raccontarmi il tuo successo in qualche altro reality e perchè no alla prossima edizione del Grande Fratello Vip. 
 
 

Liked it? Take a second to support Salvatore Viscio on Patreon!
become a patron button