Skip to content

Como si avvicina al Parma

Copia di Locandina saggezza del pallone 11

Il Como consolida il secondo posto vincendo per 2 reti a 1 in casa del Catanzaro. I primi minuti sono di studio per entrambe le squadre, finché la squadra di casa inizia a guadagnare metri, spinta dai tifosi. Al minuto nove la prima percussione del Catanzaro porta Iemmello al tiro vincente, ma il gol viene annullato dal Var. Poco dopo, in seguito ad un calcio d’angolo, Veroli a colpo sicuro viene murato da Abildgaard. Al minuto diciotto, il match si sblocca con Vandeputte che supera in dribbling Iovine, entra in area e trova il gol grazie alla deviazione decisiva di Goldaniga. L’occasione per il pari del Como arriva a breve con Cutrone, che di testa scheggia il palo dopo un bel dialogo tra Strefezza e Iovine. Al 39′ è lo stesso Cutrone a gonfiare la rete, ma l’arbitro non convalida per fuorigioco. Il secondo tempo inizia con un Como subito arrembante e i calabresi che attendono il varco giusto per poter colpire in contropiede. Al minuto 15, gli ospiti agguantano il pari con un bel colpo di testa nel cuore dell’area di Gabrielloni, su preciso assist di Sala. Sulle ali dell’entusiasmo, Braunoder sfiora il vantaggio con un tiro dalla distanza che si spegne contro il palo.
Il secondo gol viene realizzato Da Cunha lesto a capitalizzare un rimpallo nel cuore dell’area, per poi essere costretto ad uscire dal campo per un infortunio dopo l’esultanza. I calabresi non demordono, entrano D’Andrea e Ambrosino e Donnarumma, ma tra errori e nervosismo di troppo, i padroni di casa faticano a costruire occasioni nitide. All’ultimo secondo la beffa di un altro gol annullato, questa volta ad Antonini per un soffio oltre la linea del fuorigioco. Il Como prosegue la sua scalata verso il secondo posto, per il Catanzaro un parziale stop nella corsa play off.

/ 5
Grazie per aver votato!

error: Content is protected !!