Spread the love

Adesso che il campionato è tempo di bilanci per i top team della Serie A, mai come quest’anno proprio le prime due forze del campionato saranno alle prese con la dura scelta della conferma del proprio allenatore. Per una motivazione o per l’altra gli allenatori non hanno convinto e non sono convinti di proseguire un percorso con le rispettive squadre. 

Antonio Conte lascia?

Dopo la meritata vittoria dell’Inter a Bergamo i nerazzurri conquistano la seconda posizione che a Milano manca da parecchio tempo. È stata la miglior stagione dell’Inter degli ultimi dieci anni per distacco, mai come quest’anno vicina a giocarsi il titolo con la Juventus. Quello che non ha funzionato in questa stagione è il malumore del tecnico che è venuto fuori senza filtri al termine della gara contro l’Atalanta. Tutto fa pensare che il mister salentino lasci la sua panchina al termine dell’Europa League. A parer suo è stato troppo grave il lassismo della società che non ha mai difeso l’operato della squadra durante la stagione, elogiando il risultato soltanto al termine della stagione. Dura stoccata al direttore generale Giuseppe Marotta. Vedremo la posizione della società verso le pesanti parole di Conte contro la dirigenza. Di fatto in questo momento l’Inter è in ostaggio di Antonio Conte che smaschera il sistema e mette tutti con le spalle al muro. Piaccia o pure no, il mister si è preso le sue responsabilità al costo di lasciare l’Inter già ad agosto. 

Agnelli non vuole Sarri

Non è bastato il nono scudetto consecutivo per calmare le acque tra Juventus e Sarri, ormai la strada verso l’esonero sembra avviata da parte del presidente Agnelli. Il tecnico ex Napoli ha pagato a caro prezzo le finali perse e lo scarso gioco dimostrato in tutta la stagione, fino ad arrivare alla vittoria del titolo per una sola lunghezza rispetto all’Inter. È stato lo scudetto peggiore in termini di risultato dei nove di fila conquistati dalla Juventus. La Juve ha battuto i record negativi della peggior difesa a vincere un campionato e il minor numero di punti con il maggior numero di sconfitte. Obiettivamente c’è ben poco da festeggiare con questi numeri in vista della prossima gara di Champions League contro il Lione, che arriva allo Stadium da favorito per il passaggio del turno. 
L’insieme è davvero troppo per il presidente Agnelli che reputa questa stagione un passo indietro rispetto alla crescita annuale che c’è stata in queste stagioni. 

E Allegri che fa? 

Attenzione al tecnico livornese che è in pole a subentrare al posto dei colleghi. Obiettivamente anche per dinamiche personali con le società è molto più probabile il passaggio di Allegri all’Inter che ritroverebbe il suo amico Marotta, visto lo scontro a Torino con Paratici e Nedved nella scorsa stagione. 
Comunque Allegri ha detto che con l’inizio della nuova stagione lui allenerà una squadra che ha obiettivi di vittoria importanti, il tempo ci rivelerà chi si sarà mosso per primo per aggiudicarsi il tecnico toscano.

Tags:

Comments are closed

La Tattica Live Podcast
Chicaloca Abbigliamento
Stay Star Music Blog and More
Privacy Policy