Serie A lazio-Fiorentina 2-1. Caicedo caduta libera. Commisso? Silenzio assoluto

Spread the love

La Lazio batte la Fiorentina per 2 reti a 1, soffre ma riesce a ribaltare il risultato, grazie a enormi errori di valutazione da parte dell’arbitro e non solo, assistenti e Var, completamente nel pallone. Rigore assegnato alla Lazio inesistente, due falli da espulsione commessi da Bastos e Radu, sul risultato di vantaggio della Fiorentina, passata in vantaggio nel primo tempo con Ribery, gran goal da campione assoluto. La classe non è acqua. La Lazio è in seria difficoltà di condizione atletica e molti giocatori hanno problemi anche fisici e ieri la Fiorentina con un pizzico di fortuna e senza gli errori dell’arbitro, avrebbe potuto portare a casa almeno il pareggio. Pareggio utile per allontanarsi dalla zona retrocessione. Riepiloghiamo Atalanta-Sassuolo 4-1, prima di Atalanta-Lazio, viene espulso Giampiero Gasperini, quindi l’allenatore della Dea non siede in panchina, Fiorentina-Brescia 1-1, prima di Lazio-Fiorentina, viene espulso e squalificato Iachini che non siede in panchina, Vlahovic, espulso nei minuti di recupero. Caro Luis Alberto hai ragione ad intimare di stare zitti, altrimenti se parliamo qualcuno qualche dubbio comincerebbe ad averlo, e difficilmente ci si accorgerebbe che qualche aiutino alla Lazio in questo campionato fino ad oggi c’è stato. A partire dai due assegnati all’andata contro l’Atalanta, che gli permisero di pareggiare la partita. Un dubbio viene, ma Commisso dov’è? Come mai non ha esternato il suo disappunto, come fece dopo la gara persa a Torino, contro la Juventus? Facile lamentarsi quando si tratta dei bianconeri, diventa coraggioso farlo sempre quando si subiscono ingiustizie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.