Scambio Arthur-Pjanic. Chi ha fatto l’affare?

Spread the love

Per descrivere la situazione con il titolo di un film dovremmo scegliere “Sliding doors”. Da una parte l’indifferenza più assoluta per la perdita di Pjanic da parte della Juventus che si priverà del bosniaco classe 1990 per una cifra che si aggira tra i 60 e 70 milioni di euro, dall’altra una vera e propria protesta popolare si sta scatenando via social e non solo per la scelta del club catalano di dare come contropartita tecnica il giovane brasiliano classe 1996 Arthur. La contestazione nasce dall’età dei due calciatori e dalle valutazioni fatte. Secondo i catalani è inconcepibile che Arthur, perno del centrocampo della Seleçao con sei anni in meno del bosniaco è ceduto per 10 milioni di differenza.

Perchè si è arrivati allo scambio?

Le ragioni dello scambio da parte della Juventus sono sostanzialmente due. La prima è una mera questione economica, in un mondo in cui dominano bilanci e plusvalenze la cessione di Pjanic a queste cifre convince tutti, visto che fu comprato per 36 milioni dalla Roma. In un paio di anni ha raddoppiato il suo valore di mercato, veramente un ottimo affare per la Juventus dato che il giocatore ha 30 anni e inizia la fase calante della sua carriera, inutile dire che ritardando lo scambio il valore attuale del cartellino scenderebbe considerevolmente ogni anno.
La seconda motivazione è banalmente intuibile, Pjanic è il calciatore che più di tutti ha sofferto l’esonero di Allegri, l’uomo che lo prelevò a tutti i costi dalla Roma. Quest’anno Pjanic è sembrato costantemente fuori condizione, un lontano parente rispetto a quello visto nella versione allegriana della Juve, dove possiamo tranquillamente affermare che non ha mai fatto rimpiangere Andrea Pirlo in mediana. Il tempo di Pjanic con Sarri è finito dopo un paio di partite. Il progetto di Sarri era chiaro, cedere il fedelissimo di Allegri al Chelsea per favorire lo scambio con Jorginho fedelissimo di Sarri. Quando si dice «Muoia Sansone con tutti i Filistei!».

Le reazioni

Abbiamo detto come a Barcellona stia succedendo veramente di tutto, addirittura una simpatica petizione per chiudere l’aeroporto di El Prat pur di non far partire Arthur destinazione Torino. Non viene accettato il fatto che Pjanic è un giocatore più anziano e molto meno talentuoso del brasiliano.