Napoli Inter. Per la Champions e per il prestigio

20480759 large

Il Napoli non batte l’Inter in campionato da un 4-1 rifilato ai nerazzurri nel 2019, quando sulla panchina dell’Inter sedeva proprio Luciano Spalletti. Al Maradona andrà in scena una sfida che per i padroni di casa vale il prestigio (l’Inter è l’unica squadra che i partenopei non hanno battuto, al momento, in campionato) e lo sfizio di tentare di battere il record di punti che ancora rimane di quei 91 punti ottenuti sotto la guida di Sarri. Allora, in quella sconfitta del 2019, l’Inter era a caccia di punti preziosi per la zona Champions. Adesso, con il morale a mille per aver conquistato l’accesso alla finale della massima competizione europea, gli uomini di Inzaghi a Napoli hanno bisogno di punti per consolidare il terzo posto conquistato grazie a una striscia di vittorie che ha rilanciato l’Inter in una classifica in cui il posto Champions costituisce un paracadute della stagione che l’altra faccia di Milano non può permettersi di trascurare.

Lo scorso anno il Napoli gustò la vittoria durante il primo tempo grazie al vantaggio di Insigne, poi pareggiato da Dzeko nella ripresa. Ma nella scorsa stagione la gara di Fuorigrotta valeva la lotta per il primo posto. Quest’anno il Napoli arriva a questo appuntamento con lo scudetto già conquistato e coi pensieri più rivolti agli equilibri tra società e allenatore che con la preoccupazione di dover fare a tutti i costi risultato. Già nella partita di andata Spalletti ha sofferto il gioco dell’Inter brava a bloccare le fonti di gioco della capolista. La sfida di ritorno presenta stimoli differenti, sia per il Napoli, reduce dalla sconfitta di Monza, che per un’Inter che, anche se consapevole di non poter mollare la lotta per la qualificazione in Champions, con l’avvicinarsi del 10 giugno avrà sempre di più la testa alla finale col Manchester City. Il Napoli coi nerazzurri potrebbe schierare la formazione tipo, con il probabile rientro di Politano e col dubbio Kvara, che in allenamento ha rimediato una contusione che ha allertato lo staff medico degli azzurri (ma sembra più sicuro il suo impiego). Per il resto, i neo campioni avranno di certo voglia di sfoggiare una prestazione convincente per portare a casa una vittoria che significherebbe aver battuto tutte le squadre del torneo.  Inzaghi sicuramente non può sottovalutare una gara così difficile. Tuttavia l’allenatore dell’Inter potrebbe far rifiatare alcuni elementi reduci dagli ultimi impegni di campionato e di coppa.

L’Inter deve anche mettere in conto le energie per la finale di Coppa Italia con la Fiorentina. De Vrij, Correa e Gosens potrebbero partire dal primo minuto, considerando che i cinque cambi consentono una rotazione tale da gestire una maggiore duttilità tattica anche a gara in corso.Napoli-Inter è la partita tra la squadra che ha dominato il campionato e quella che meglio delle altre ha saputo correre in fondo alle competizioni di coppa. Sulla carta è di certo la partita che riserva i maggiori spunti tattici e la maggiore qualità.

/ 5
Grazie per aver votato!
error: Content is protected !!