Spread the love

La Juventus ritorna alla vittoria, grazie all’ingresso in campo di Bernardeschi e in particolare di Alvaro Morata, autore del goal che rompe gli equilibri.
Un’ora di noia totale, una brutta prestazione della squadra di Andrea Pirlo. Squadra lenta e prevedibile, dove la difesa avversaria a sempre avuto la meglio su due evanescenti come Ronaldo e Kulusesky.
Il portoghese spesso rallentava il gioco, permettendo hai difensori di chiudere i spazi e rendere evanescenti le azioni dell’attacco bianconero.
Lo Spezia, malgrado la rotonda sconfitta, esce a testa alta, giocando con personalità, sbagliando anche un rigore, inesistente, a tempo ormai scaduto.
La squadra bianconera, non a caso e diventata meno prevedibile e pericolosa, dopo essere passata con un centrocampo a cinque. Il 4-4-2 elastico non mostra alcun entusiasmo e vantaggio nei confronti dell’avversario.
Sono sempre del parere che con un centrocampo a cinque, la squadra diventa più quadrata a centrocampo e più pericolosa con una pressione maggiore nei confronti dell’avversario.
Tre punti importanti e una vittoria importante che da morale, specie in prospettiva della gara di ritorno contro il Porto.
Altro non si può dire visto le numerose assenze e di conseguenza le numerose difficoltà nel costruire una squadra competitiva per lo scudetto e in particolare per la Champions League.

Comments are closed

La Tattica Live Podcast
Chicaloca Abbigliamento
Stay Star Music Blog and More
Privacy Policy