Calciomercato Inter: Dzeko subito, intanto si strizza l’occhiolino a Kessié

Spread the love

Antonio Conte scarica la responsabilità della situazione alla squadra. Troppo semplice per alcuni, ma in fondo come dargli torto. I giocatori non titolari dell’Inter non solo all’altezza di Milano sponda nerazzurra. Il tecnico ce ne è accorto e ha voluto subito correre ai ripari. Le richieste fatte a Marotta hanno un nome ed un cognome: Edin Dzeko. In questo finale di stagione le voci di mercato hanno portato ad una involuzione di Lautaro Martinez troppo grave per il tecnico salentino tanto da volerlo mettere sul mercato a tutti i costi e puntare tutto su una punta di esperienza come il bosniaco. Ancora da valutare il fatto se arriverà con il ruolo di vice Lukaku oppure lo affiancherà in una coppia di attacco totalmente inedita schierando due punte molto simili. 

Ma l’attacco nerazzurro non è l’unica cosa che spaventa alla Pinetina. Conte è sempre più convinto che la vera rivoluzione dovrà essere fatta a centrocampo. Gravemente insufficienti le prestazioni dei non titolari. Ormai Gagliardini sta diventando quasi lo zimbello dei tifosi, Borja Valero è troppo statico mentre Vecino è sparito. 

Ed ecco che si apre un’opportunità di mercato rivalutando gli “scarti” di Conte. L’Inter in questi giorni ha sondato il terreno per il possibile arrivo dai cugini di Frank Kessiè. I nerazzurri non vorrebbero pagare il cartellino completamente cash ed è per questo che sono state offerte delle contropartite tecniche. All’inizio è stato offerto al Milan proprio Roberto Gagliardini, ricevendo un secco e deciso rifiuto dalle parti di Milanello. Ma l’Inter non si arrende ed oggi ha riproposto un nuovo giocatore: Matias Vecino.
Staremo a vedere la scelta dei club che stanno riflettendo in queste ore sulla possibilità dello scambio.

Intanto l’Inter vola a Londra provando ad anticipare la concorrenza. Si prova a stringere per Emerson Palmieri per una cifra di 20 milioni + 5 di bonus. Il Chelsea ci pensa, neanche troppo per la verità, visto che Lampard lo ha messo ai margini del progetto.