Spread the love

Tutti a lezione dal maestro Allegri. Nessuno escluso. Anche il portoghese (e ammettiamolo che Max non ha un buon rapporto con il Portogallo) che siede sulla panchina della Roma. Nessuno escluso perché chiunque nelle prime giornate lo dava per finito Allegri, mentre l’entusiasmo capitolino per Mou correva per le strade portando con se quell’odore di tricolore che mancava dai tempi d’oro del pupone. Rimarrà solo un profumo? Chi lo sa, c’è di fatto che questa Juve va al Max.

A nulla è servito quel tre innalzato nel finale camuffandolo per i minuti del recupero. Mourinho è rimasto a quel tre di undici anni fa in tutto e per tutto, sia dall’atteggiamento che al suo modo di giocare, troppo prevedibile. Con la sua presunzione di innocenza si mostra all’intervista post gara cercando delle conferme nell’ambiente circostante che vede solo lui e pochi altri.
Josè sventola un risultato da boxeur che lo vede vincitore ai punti poiché la Roma ha giocato meglio. Ancora una volta si dimostra che lo show è il suo forte, ma se parliamo di tattica bisogna bussare alla Continassa, l’unico prof. è Allegri.

Vincere di corto muso contro un esteta del mondo del pallone è come vedere le rivincite di Rocky Balboa, non conta quanti pugni sferra l’avversario perché con due ganci ben assestati ti manda al tappeto e vince. Ecco la rivincita del livornese, fa parlare gli altri, li fa convincere che sono più forti e li fa giocare meglio però (io non so come faccia), alla fine vince sempre lui. Mourinho perde la partita di umiltà non accorgendosi che la Juve porta a far giocare la Roma proprio come vuole lei, molto possesso palla sterile mentre chi insacca il pallone sono solo i bianconeri.

Per finire un appello, perdonali Max, loro non sanno quello che dicevano. Non sanno che criticare uno del tuo palmares è indegno. Ma tu con la tua immensa calma hai lasciato sfogare tutti e sei partito male per degli episodi e ti stai riprendendo la classifica di corto muso. Perché si sa che chi di corto muso ferisce di corto muso perisce. Speriamo che le critiche per te finiscano qui, anche se per il momento sei senza Champions, in campionato ancora una volta sei il migliore.

Tags:

Comments are closed

La Tattica Live Podcast
Chicaloca Abbigliamento
Stay Star Music Blog and More
Privacy Policy
Archivi